In programma per il 14 e 15 dicembre, la gara si conferma un’attrattiva turistica

per la Riviera di Ulisse e l’organizzazione incentiva questa affinità offrendo, nel montepremi, un week end a Sperlonga per due persone. 

Viene confermato il riordino a Itri. 

Adesioni aperte sino al 6 dicembre.

 

Ancora due settimane di tempo (sino al 6 dicembre) per iscriversi all’11^ edizione della Ronde di Sperlonga, in programma per il 14 e 15 dicembre, poi le sfide infiammeranno il fine settimana di metà dicembre, come accade oramai da dieci anni.

 

Vero e proprio veicolo di immagine per il motorsport del centro sud Italia, l’evento negli anni è diventato anche uno dei tratti identificativi della zona pontina e della “Riviera” di Ulisse, che tra i suoi argomenti di interesse hanno inserito sino dalla prima edizione dal Ronde di Sperlonga come uno degli stimoli per dare valore al territorio.

Il binomio turismo e sport è basato sul rapporto con il territorio, da una parte estensione dello sport stesso, mentre dall’altra interpreta una necessità, avvertita nel mercato turistico, di sviluppare prodotti e servizi complementari, offrendo infatti una valida alternativa alla vacanza tradizionale, sfruttando tutto l’anno i fattori “attrattivi” del territorio in chiave di destagionalizzazione dei flussi turistici. Questo è quello che accade con la Ronde di Sperlonga, concreto esempio di coinvolgimento dello sport con il territorio, incentivato con un altro premio speciale riservato ai concorrenti: un soggiorno a Sperlonga.

 

Quindi, ai montepremi stabiliti da Bardahl e Pirelli con utile materiale “tecnico”, vi è affiancato il premio “ludico”, quello appunto di un week end a Sperlonga per 2 persone. Tale premio è riservato a tutti gli equipaggi ammessi alla partenza della gara e l’estrazione avverrà sulla scalinata alle spalle del palco partenza sabato 14 dicembre, contestualmente alla canonica foto di gruppo ufficiale.

 

Le condizioni per aggiudicarsi il premio sono illustrate nel sito web dell’evento.

 

CONFERMATO IL RIORDINAMENTO A ITRI

Inoltre, a conferma dell’abbracciare una porzione ampia di territorio, viene riproposto il riordinamento dopo ogni prova speciale a Itri. La città, con la Ronde di Sperlonga è coinvolta da tre anni, per questa edizione sarà dislocato in una zona più ampia, l’area mercato, in via 8 marzo. Itri fa parte anche “della sfida”, in quanto la prova speciale “La Magliana”, per i suoi ultimi 3,5 chilometri si sviluppa nel suo territorio.

E’ il Castello Medioevale, il simbolo della città di Itri e della sua storia. Esso rappresenta il tipico esempio di struttura difensiva strettamente legata alla natura del luogo e alle esigenze di controllo territoriale.
Il Castello, facendo corpo con la roccia, si pone sulla parte più alta della collina di Sant’Angelo e tutt’intorno, si sviluppa l’antico e suggestivo borgo medioevale. Il Castello fu costruito certamente sull’impianto di una precedente fortezza, probabilmente di origine longobarda ed oggi viene usato dalla comunità itrana per diverse attività come mostre, convegni, sagre, mercatini, cerimonie e spettacoli culturali.

GRANDI NOVITA’ IN . . . PROVA SPECIALE

Proprio la Prova Speciale, che sarà la stessa di sempre, “La Magliana”, un caposaldo del rallismo del centro Italia, un classico dalla prima edizione sempre graditissimo da chi corre, quest’anno conoscerà un’importante . . .“variazione sul tema”.  Lunga dieci chilometri, verrà modificata per circa il 25% del suo sviluppo, utilizzando un tratto di strada nuovo, una modifica che avrà indubbiamente di che divertire. Sarà un tratto di strada diverso rispetto al resto della prova, che i piloti incontreranno dopo circa sei chilometri dalla partenza e che spezzerà certamente il ritmo, essendo la carreggiata più stretta e con tratti sotto il bosco, per poi riprendere la parte “vecchia” sino al termine dell’impegno, terminando in salita e caratterizzata da una serie di spettacolari tornanti.

ARRIVA UN NUOVO PARTNER: MA-FRA

Un nuovo “nome” entra a far parte della grande famiglia della Ronde di Sperlonga. E che nome. Un nome conosciuto da chiunque abbia un’auto o anche una moto: MA-FRA. L’Azienda lombarda, ha una storia che racconta successi imprenditoriali che partono dagli anni sessanta, dedicandosi alla cura dell’automobile. Sono veri e propri “cosmetici” per l’auto, tutti i prodotti di MA-FRA, la quale opera in un respiro internazionale, confermando il “made in Italy” un’eccellenza seconda a nessuno.

Sperlonga Racing e la Ronde di Sperlonga sono orgogliosi di poter accogliere questo nuovo partner, con il quale sicuramente si potranno raggiungere nuovi e più lontani orizzonti.