Articoli

La gara organizzata da Sperlonga Racing per il 9 e 10 dicembre, tornerà a far base a Sperlonga che accoglierà di nuovo partenza ed arrivo, ovviamente riproponendo le sfide sui quattro passaggi sulla celebre “Magliana”.

Fissato a 120 equipaggi il massimo delle adesioni che sarà possibile accogliere.

Si allunga il “ponte dell’immacolata” coniugando vacanze e motorsport sulla Riviera di Ulisse, affascinante anche d’inverno.

Sperlonga (Latina), 03 agosto 2022 – In questo periodo, Sperlonga, la Riviera di Ulisse, evocano sole, mare, vacanze, ma c’è un dettaglio che la zona pontina evoca tutto l’anno: la Ronde di Sperlonga, le sue celebri ed avvincenti sfide sulla “Magliana”.

Sperlonga Racing ha messo a calendario la 14^ edizione della sua gara per il 9 e 10 dicembre, anticipando di una settimana rispetto al passato, portandosi a ridosso quindi del “ponte dell’Immacolata”, un incentivo in più per unire dunque turismo e sport, con un fine settimana “allungato”. Il lavoro organizzativo è già iniziato, per definire anche il minimo dettaglio ed arrivare a proporre un evento che prosegua la sua tradizione sportiva ed anche di ampia soddisfazione per coloro che vorranno accettare di nuovo la sfida.

IL RITORNO A SPERLONGA

Novità e tradizione si mischieranno, per l’edizione duemilaventidue di una delle gare che più hanno avuto successo negli ultimi anni nel centro-sud Italia e non solo, sempre più apprezzata anche da piloti e squadre che arrivano un po’ da tutta Italia, isole comprese. La novità, rispetto alla passata edizione sarà il ritorno del “quartier generale” ed anche della Partenza ed Arrivo a Sperlonga, in luogo della location del 2021 a Fondi, quindi un ritorno al passato, al periodo prima dell’emergenza sanitaria.

“LA MAGLIANA”, IL CLASSICO SEMPRE ATTUALE

L’organizzazione annuncia che quest’anno sarà ripristinato il tetto massimo di adesioni a 120 equipaggi, ciò per motivi soprattutto di natura logistica ed organizzativa e dà conferma del “teatri” dei duelli, l’immancabile prova speciale “La Magliana”, il classico sempre attuale, una “piesse” dal passato importante. Sono i dieci chilometri di adrenalina pura più avvincenti del centro sud, teatro di grandi sfide al rally di Pico-Sperlonga, un caposaldo del rallismo nazionale, un nastro di asfalto che pare fatto apposta per una corsa di rally, che parte alle porte di Sperlonga, molto tecnico, con la seconda parte dell’impegno in salita punteggiata da una serie di spettacolari tornanti. Una prova che regala sensazioni decisamente forti e che nel tempo è stata “promossa da “nomi” come Robert Kubica, Renato Travaglia, Max Rendina, Fabio Gianfico, a Giuseppe Testa (l’ultimo vincitore), a Tonino Di Cosimo, Luca Ferri e molti altri.

LA GARA SEMPRE MOLTO “SOCIAL” 

Da anni la Ronde di Sperlonga ha sempre tenuta attiva tutto l’anno la propria identity su Facebook, nell’ottica di creare relazione ed interazione con sportivi, amici, estimatori e condividere la passione per le corse, soprattutto per il Rally di Sperlonga. La pagina Facebook è una vera e propria “board” di informazioni e di scambio opinioni praticamente tutto l’anno, non solo in occasione della gara.

All’attività “social”, che sulla piattaforma Facebook ha superato AMPIAMENTE i 10.000 “like”, viene ovviamente affiancata quella del sito web ufficiale dell’evento che, a conferma della vitalità organizzativa, molto “friendly” per i visitatori.